Royalbed


Vai ai contenuti

Stemma

INFO > La Città

Stemma di Reggio Calabria

Le origini della a san Giorgio nella città di Reggio Calabria sono antichissime e risalgono all'inizio dell'. Tutti gli studiosi sullo Stemma della città di Reggio Calabria trattano dell'origine antichissima del culto del santo, delle tradizioni di gloria e religiosità circa il santo, della sua vita di cavaliere dalle singolari tenzoni col favoloso drago; nulla però che riguardi lo stemma cittadino vero e proprio, a parte discussioni e capricciose ipotesi su quello che potrebbe essere secondo l'una o l'altra descrizione, ma nessun riferimento figurativo ai capolavori del Carpaccio, del Giorgione, di Raffaello etc. Nessun riferimento dunque a capolavori d'arte o a fonti storiche, tanto che all'esposizione di Firenze del 1861, si inviò uno variopinto e grottesco prelevato da un quadro di una chiesetta rurale senza avere conoscenza del bellissimo stemma adottato ufficialmente dal comune dal in poi.

Il Decreto di Riconoscimento dello Stemma e del Gonfalone del Comune di Reggio Calabria è del 22 dicembre 1934:

Stemma:

«al san Giorgio in atto di ferire con la lancia il drago, sinistrato da una donzella genuflessa in manto e corona reale, sormontata da raggi di luce uscenti dal capo, il tutto d'oro, con la scritta intorno allo scudo: URBS RHEGINA NOBILIS INSIGNIS FIDELISSIMA PROVINCIAE PRIMA MATER ET CAPUT. Capo del Littorio. Lo scudo sarà cimato da corona reale aragonese.»

Gonfalone:

«colore cremisi riccamente ornato di ricami d'oro e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in oro: "Città di Reggio Calabria". Le parti di metallo ed i nastri saranno dorati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto cremisi con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali, frangiati d' oro.»


Torna ai contenuti | Torna al menu